AGRICOLTURArigaverdone.gif

COLDIRETTI
MOBILITATA:
NO AGLI OGM
PER LA QUALITA'


(red.) Una petizione per difendere i prodotti agroalimentari tipici e contro gli organismi geneticamente modificati (Ogm). Con la campagna "Consultazione nazionale Ogm free" la Coldiretti chiede la valorizzazione dell'alimentare made in Italy. Lo fa invitando i partecipanti e gli spettatori delle numerose fiere e sagre in corso nella nostra provincia a sottoscrivere una petizione legata alla campagna "Europa e Italia liberi da Ogm". L’iniziativa è appoggiata anche da numerosi movimenti come Legambiente, Acli, Slow Food, Federconsumatori, Cna, La Buona Terra di Lonato, Vas, Cia, Associazione Tartufi, Apab, Aipol e Adiconsum.
Il quesito sotto il quale viene chiesta l’adesione è molto chiaro e preciso: "Vuoi che l’agroalimentare, il cibo e la sua genuinità siano il cuore dello sviluppo, fatto di persone e territori, salute e qualità, sostenibile e innovativo, fondato sulla biodiversità, libero da Ogm?".
L’ associazione si è posta l’obiettivo di raccogliere 500mila firme in Italia per difendere e tutelare i prodotti tipici della terra. Mercoledì 12 settembre alle 13 l’iniziativa, che verrà sostenuta da banchetti posti nelle sagre e nelle fiere fino a metà novembre, sarà presentata al prefetto di Brescia Francesco Paolo Tronca.
Per informazioni il numero è 0302457591-511.

Comments

comments