La tragedia a Cremona. La vittima era un muratore della Abs System di Gavardo.


(red.) Ennesimo infortunio mortale per un lavoratore della provincia di Brescia. Un muratore marocchino di 27 anni, Mourad Ramdaoui, dipendente della impresa edile Abs System di Gavardo (Brescia) e residente nel paese, è morto nella giornata di oggi dopo essere caduto al suolo da un'altezza di circa 20 metri.
Il giovane stava lavorando a Spinadesco (Cremona), per la costruzione della nuova acciaieria Arvedi. Era impegnato nel montaggio delle lamiere del tetto del capannone, quando, per circostanze ancora da chiarire, la struttura ha ceduto sotto il suo peso e l'operaio ha perso l'equilibrio ed è caduto a terra. Per il migrante non c'è stato nulla da fare, è morto sul colpo.
Ramdaoui risiedeva a Novara, ma si era da poco trasferito a Gavardo per lavoro lasciando in Piemonte la moglie e una figlia.
Alcune testimonianze sostengono che l'operaio avesse aggancito l'imbragatura di sicurezza, ma allora non si spiega come mai il meccanismo non abbia evitato la caduta. E'
 stata aperta un’inchiesta per accertare eventuali responsabilità. Per i rilievi sono intervenuti i carabinieri e i tecnici dell’Asl.
La società Arvedi ha precisato "di aver commissionato la gestione della sicurezza del cantiere alla società Ceper srl, specializzata nella prevenzione dei rischi di infortunio, che in questo momento sta collaborando con gli inquirenti".

Comments

comments