(red.) E’ nata Confindustria Bosnia Erzegovina, associazione presieduta dal bresciano Salvatore d'Erasmo e con sede a Sarajevo, che raggruppa le imprese italiane presenti nel paese balcano. L'iniziativa, presentata a Flero, nella sede italiana del gruppo Metalleghe che ha, in Bosnia, uno stabilimento per la produzione di silicio metallico, ha visto la partecipazione anche dell’ambasciatore d'Italia a Sarajevo, Raimondo de Cardona.
Le ragioni per cui è stato creato questo “braccio” dell’associazione risiedono in molteplici motivazioni tra cui, innanzitutto, la vicinanza con l’Italia,  il costo del lavoro relativamente basso, una manodopera qualificata facilmente reperibile, la forte presenza di fonti rinnovabili e le politiche fiscali a sostegno delle esportazioni.
L'obiettivo della nuova organizzazione è quello di fare sistema nel contesto più ampio di Confindustria Balcani, associazione che raggruppa imprenditori italiani che operano nelle associazioni in Romania, Bulgaria, Serbia, Macedonia, Croazia, Albania e naturalmente Bosnia.

Comments

comments