(red.) Il ministro della Salute, Renato Balduzzi, ha disposto un’indagine amministrativa presso l’Azienda Ospedaliera Ospedali Civili di Brescia per verificare il rispetto delle norme circa i trattamenti eseguiti con cellule staminali preparati dalla Stamina Foundation Onlus.
L’Aifa ha vietato all’Azienda di effettuare prelievi, trasporti, manipolazioni, coltura, stoccaggio e somministrazione di cellule umane previsti dall’accordo tra ospedale e Stamina.
In data 8-9 maggio 2012, rende noto il ministero della Salute, “il Comando Carabinieri per la tutela della salute- Nas di Torino, in esecuzione di delega emessa dalla Procura della Repubblica di Torino, a firma del PM Raffaele Guariniello, ha effettuato un sopralluogo ispettivo, di accertamento, di acquisizione e di documentazione presso gli Spedali Civili, coadiuvati da personale ispettivo Aifa, per verificare i dettagli tecnici relativi alla produzione e alla somministrazione di cellule staminali a pazienti in cura presso il suddetto ospedale”.
Con proprio atto l’Aifa, ”sentito il Ministro della salute e in via cautelare, ha vietato all’Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia di effettuare prelievi, trasporti, manipolazioni, coltura, stoccaggio e somministrazione a pazienti di cellule umane previsti dall’accordo di collaborazione tra l’azienda ospedaliera e la Stamina Foundation”.

Comments

comments