(red.) Utilizzavano gli animali per macabri rituali che culminavano con il sacrificio dell’incolpevole creatura. E proprio per questo sono stati denunciati. 12 gruppi esoterico-satanisti operanti nelle regioni del centro nord Italia con allegati i nomi di 34 adepti sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per il reato di maltrattamento e uccisione di animali. Le persone coinvolte sono accusate di essere responsabili della sparizione, nel periodo compreso tra il 2007 e il 2012, di oltre 300 gatti neri, rapiti e uccisi nel corso di riti e sacrifici a satana. La denuncia parla anche del reato di furto e macellazione clandestina di altri animali usati sempre in rituali.
Il procedimento è stato firmato dal  presidente nazionale di Aidaa, L’associazione italiana difesa animali ed ambiente , Lorenzo Croce, e fa riferimento a oltre 300 segnalazioni giunte al servizio online dell’associazione nel corso degli ultiin mi sei anni e che facevano riferimento a sparizioni di gatti neri in diverse zone del Piemonte, Lombardia, Liguria Emilia Romagna, Veneto e Lazio.

Comments

comments