(red.) Gli atti di vandalismo, di per sé, sono gesti odiosi, ma quando vanno a toccare beni pubblici riservati ai bambini ed al loro svago, allora allo sdegno si unisce anche la rabbia.
E’ quello che è accaduto a Pozzolengo (Brescia) dove ignoti “si sono divertiti” a distruggere le attrezzature dei parchi pubblici. Ingenti i danni causati ai giochi del parco don Giussani inaugurato alla fine di luglio, dove sono stati piantumati quasi 500 nuovi alberi. I balordi hanno agito nottetempo, distruggendo irrigatori automatici e sei nuovi giochi per bambini. La stima del danno ammonta a 6mila euro.
Ma i vandali non si sono fermati e hanno preso di mira anche la lapide del giardino intitolato ai magistrati Falcone e Borsellino. La zona verde è quella adiacente al cimitero. Uno sfregio, effettuato con un colpo di martello, che ha suscitato indignazione in tutta la comunità.

Comments

comments