(red.) “Archeowiki. Nuovi archeologi in Lombardia. Percorsi reali e virtuali”, è il nuovo progetto per coinvolgere sempre più persone nella fruizione del patrimonio archeologico meno conosciuto del territorio lombardo, attraverso le modalità di condivisione del sapere sviluppate da Wikipedia.
L’iniziativa è stata presentata nella mattina di giovedì 7 novembre a Milano, alla  presenza di Piermario Vello, segretario generale di Fondazione Cariplo, Frieda Brioschi, presidente Wikimedia Italia, Grazia Maria Facchinetti, della soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano.
«Disponiamo di un patrimonio di enorme valore» – ha spiegato Vello, «siamo convinti che oggi la condivisione della conoscenza sia il vero motore dello crescita, dello sviluppo e dell’innovazione. Progetti come questo non rappresentano una mera catalogazione, ma aprono mondi apparentemente lontani, come quello dell’archeologia, ad un pubblico vasto, in un’ottica moderna con una prospettiva che per definizione, attraverso il web, non ha confini nel mondo».
Gli obiettivi di Archeowiki sono quelli di avvicinare nuovi utenti alla cultura e alle realtà museali legate al mondo dell’archeologia, con particolare riferimento agli studenti delle scuole medie inferiori e superiori, agli anziani e ai disabili, moltiplicare le informazioni relative al patrimonio e il numero di utenti raggiunti mediante la veicolazione di Wikipedia che pubblicherà sul proprio sito le risorse archeologiche relative alle collezioni degli enti beneficiari del progetto.
Inoltre attraverso Archeowiki si formerà personale volontario in grado di implementare le voci e i materiali di Wikipedia in ambito archeologico, sperimentare, dimostrare e comunicare la facilità con cui si possono diffondere e condividere i contenuti culturali attraverso Wikipedia. Archeowiki è sostenuto da Fondazione Cariplo nell’ambito del bando Avvicinare nuovo pubblico alla cultura.
Capofila dell’iniziativa è Wikimedia Italia, in collaborazione con le Raccolte Extraeuropee del Castello Sforzesco di Milano, MiMondo – Associazione per la promozione delle culture materiali e immateriali del mondo, G.A.Am. – Gruppo Archeologico Ambrosiano, Fondazione Passaré per la promozione e lo sviluppo delle arti primarie.
A Brescia, l’istituzione beneficiaria è  il Museo Archeologico G. Rambotti di Desenzano del Garda. In regione:  le Raccolte Extraeuropee del Castello Sforzesco di Milano, la Fondazione Passaré, il Museo Civico Archeologico di Varese, il Civico Museo “Goffredo Bellini” di Asola (MN), il Civico Museo Archeologico di Castelleone (CR), l’Istituto dei Ciechi di Milano, l’Auser.

 

Comments

comments