(red.) L’Aifa dice no al trasporto di cellule all’esterno della struttura ospedaliera di Brescia.
Secondo quanto riferito dall’Adnkronos Salute, si è tenuta a Roma una riunione per esaminare le richieste di accesso alle cellule prodotte secondo il metodo Stamina a Brescia, arrivate in questi giorni da quattro scienziati: Camillo Ricordi da Miami, Paolo Bianco della Sapienza di Roma, Michele De Luca dell’università di Modena e Reggio Emilia e Umberto Galderisi della Seconda università di Napoli.Le richieste prevederebbero lo spostamento del materiale biologico fuori dagli Spedali Civili di Brescia per eseguire dei test. Al termine del vertice, è arrivata la diffida al trasporto di cellule fuori dagli Spedali Civili. Diffida emanata dall’Aifa. Il ‘viaggio’, dunque, non si farà; anche alla luce dell’ordinanza della stessa Aifa del maggio 2012 in cui, fra le altre cose, si vietava anche il trasporto di cellule all’esterno della struttura ospedaliera.
Al proposito, gli Spedali Civili di Brescia hanno chiarito che: «L’Azienda in relazione alla richiesta ricevuta dal Diabetes Reserch Institute di Miami diretto dal Dott. Camillo Ricordi ed ad altre analoghe richieste, precisa di non poter autonomamente decidere in materia e pertanto di aver investito della questione le competenti superiori Autorità Sanitarie e che si uniformerà alle determinazioni che le stesse riterranno di adottare».

Comments

comments

1 COMMENTO

  1. Allora lo fanno apposta………mi pare che i poteri in gioco siano veramente importanti ,lobby farmaceutiche che vogliono controllare la pubblica opinione

    Stanno facendo di tutto per non permettere delle analisi fatte da laboratori indipendenti, e questo non fa altro che amplificare la puzza di bruciato