tappabrescia(red.) Continua il “Progetto Scuola” di EXPO 2015 che vede impegnata  ALMA nell’organizzazione di incontri per gli studenti degli Istituti di istruzione superiore per la gastronomia e l’ospitalità alberghiera su tutto il territorio nazionale. 24 Gli istituti già visitati  e più di 1980 studenti formati ad oggi. Mercoledì 4 Marzo presso l’Istituto Mantegna di Brescia si tiene la prossima tappa del road show che vede impegnata ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, assieme a Coppini Arte Olearia, METRO Italia Cash and Carry, e Edizioni Plan, in numerosi incontri presso gli  Istituti Alberghieri italiani per sensibilizzare gli studenti, e anche i professori, sul tema, sui contenuti e sullo svolgimento di EXPO 2015, Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita che si terrà a Milano da maggio a ottobre 2015. In questa tappa, gli Chef di ALMA, La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, che interverranno durante la lezione saranno Cristian Broglia e Renato Dolla, mentre la parte riguardante l’enologia sarà sviluppata dal Coordinatore di ALMA Wine Academy Ciro Fontanesi. L’iniziativa rientra nel Progetto Scuola www.progettoscuola.expo2015.org stipulato tra EXPO 2015 Spa e MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca: il programma educativo che EXPO 2015 dedica a tutte le scuole italiane nasce per favorire tra gli studenti di ogni grado e ordine lo studio e il dibattito attorno ai temi della prossima Esposizione Universale e per promuovere al tempo stesso l’innovazione della scuola italiana. Il road show sviluppato da ALMA per gli Istituti di istruzione superiore per i servizi per la gastronomia e l’ospitalità alberghiera, vuole rendere più efficace e proattivo il rapporto di vicinanza e di scambio con le scuole, che hanno il compito di educare i futuri professionisti della ristorazione e del mondo Horeca. Fino ad oggi gli istituti coinvolti sono 24 su tutto il territorio italiano, con più di 1980 studenti formati. I pilastri del Progetto Scuola rappresentano elementi distinti di unico percorso per gli studenti, i quali, a partire dai banchi di scuola, avranno l’opportunità prima di apprendere (“Expo in School”), poi di sperimentare (“School for Expo”) e infine di osservare in prima persona (“School in Expo”) i valori e i contenuti educativi legati al tema di Expo. Tutto ciò all’interno di un ambiente fortemente innovativo (“L’innovazione per la Scuola”). Attraverso l’utilizzo intelligente delle tecnologie digitali, il progetto  consentirà di massimizzare il valore della didattica, dell’apprendimento e del divertimento. www.progettoscuola.expo2015.org . “La partnership con COPPINI ARTE OLEARIA, METRO e EDIZIONI PLAN,  diventa ancor più strategica in vista di EXPO 2015 – afferma Andrea Sinigaglia, Direttore Operativo di ALMA –  a favore di una maggior consapevolezza che gli istituti alberghieri italiani possono avere relativamente alla filiera e alla tracciabilità dei prodotti, delle materie prime, e della cultura gastronomica del nostro Paese”. “L’incontro con gli studenti degli Istituti Alberghieri su un tema così rilevante come quello che anima l’EXPO 2015 rappresenta un’ottima opportunità per i ragazzi e un ulteriore passo avanti per METRO Italia, già impegnata in attività di coinvolgimento e di formazione dei futuri protagonisti dell’Horeca con il progetto METRO College, realizzato sempre in collaborazione con ALMA. – spiega Claude Sarrailh, Amministratore Delegato di METRO Italia Cash and Carry – ALMA_FotoCarra (6)Nell’ambito delle lezioni che coinvolgeranno migliaia di studenti in tutta Italia ci soffermeremo su uno dei fiori all’occhiello del settore agroalimentare italiano e della cucina di qualità che rappresenta l’Italia in tutto il mondo: il patrimonio gastronomico italiano. METRO Italia, in tutti gli store, offre molto spazio ai prodotti locali e regionali affinché tutti i giorni sulle tavole di bar, ristoranti, hotel si possano gustare anche le più ricercate specialità tipiche, espressione di una cultura e di una tradizione uniche da mantenere vive”. “Il concept del vivaio di Expo, quindi la stretta relazione con le scuole e i giovani, è perfettamente in sintonia con la nostra piazzetta a Padiglione Italia “Terra dell’Olio e dell’Ulivo ” – afferma Paolo Coppini, co-titolare di Coppini Arte Olearia – un atto di amore nei confronti della terra che ci da la vita e l’energia per nutrire l’uomo e farlo crescere. Ci immaginiamo un giardino essenziale, archetipico, alchemico, in cui la natura splenda nel piccolo, nell’enorme energia racchiusa anche nel più piccolo dei semi. Qui i giovani possono trovare terreno fertile per i loro progetti, per i loro sogni, per scoprire nella natura una compagna di strada, forte, invincibile, materna o ammaliante che sia, che li spinga ad avere coraggio, a trovare una strada di felicità che sia rispettosa per sé, per gli altri e per il cosmo.  Un laboratorio, uno spazio di crescita attraverso incontri costruttivi e stimolanti, per sperimentare relazioni con altre culture e altri approcci al cibo (il cibo è allo stesso tempo uno degli elementi di maggiore identità e di più forte condivisione!), per riprendere coscienza di sé e delle proprie tradizioni a partire dalla conoscenza delle ricchezze del resto del mondo”.

 

 

Comments

comments