Incendio distrugge una fabbrica a Comero di Casto (foto da Vallesabbianews.it)

(red.) Vasto incendio e una fabbrica distrutta giovedì 9 marzo a Comero di Casto, nel bresciano. E’ successo nel primo pomeriggio, intorno alle 14, alla “Bre-com”, azienda valsabbina avviata 55 anni prima e che si occupa della pulitura e lucidatura di pentole. Le cause non sono ancora state definite nei dettagli da parte dei carabinieri di Vestone, ma sembra che sia dovuto a una spazzola che ha preso fuoco. Improvvisamente si è alzata una fiammata che ha avvolto l’intera fabbrica.

Per fortuna i datori di lavoro e la ventina di addetti sono riusciti a fuggire all’esterno senza riportare ferite, ustioni o intossicazioni. Ma nel frattempo il fumo e le fiamme stavano divorando l’azienda. Sul posto, allertati dalla fabbrica, sono giunti vari mezzi dei vigili del fuoco da Salò, Vestone, Valtrompia e Valsabbia. Mentre i tecnici di A2a, società gestrice, si sono occupati del gas e dell’energia elettrica. Ci sono volute quattro ore ai mezzi antincendio, usando l’acqua del posto e quella delle autopompe, almeno per riuscire a entrare nello stabilimento.

La copertura formata da pietra e lamiere con montato un sistema di pannelli fotovoltaici è andata in parte distrutta. Così come gli undici macchinari presenti all’interno. Nella serata i vigili del fuoco stavano ancora lavorando per spegnere le fiamme e bonificare l’area. E a conti fatti, i danni risultano essere molto ingenti. Praticamente, l’azienda è stata distrutta.

Comments

comments