immagine d'archivio

(red.) “Assumere iniziative normative, affinché i comuni sotto i 5000 abitanti siano sgravati al più presto dagli adempimenti riguardanti l’invio continuo di dati statistici, riducendone l’obbligo ai soli dati più rilevanti, affinché le già scarse risorse degli enti non siano distolte dai servizi destinati ai cittadini per pagare la sanzione comminata dall’Istat” .

Lo chiede Davide Caparini della Lega Nord con un’interrogazione rivolta al Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, facendosi carico delle proteste di numerosi sindaci Bresciani (nella stessa situazione si troverebbero però molti altri piccoli comuni in tutta Italia) che, nei giorni scorsi, sono stati multati dall’Istituto nazionale di statistica per non aver fornito, o averlo fatto in modo incompleto, i dati richiesti in relazione alla «rilevazione statistica sui permessi di costruire» relativa all’anno 2015.

Comments

comments