(red.) “un accordo che ci rende orgogliosi e che dimostra la nostra solidità”. Nella mattinata di giovedì 22 giugno, la Banca Valsabbina ha siglato un accordo con il Fondo Europeo per gli Investimenti (Fei). L’operazione permetterà al gruppo bancario bresciano di mettere a disposizione delle imprese del territorio un plafond di 50 milioni di euro di finanziamenti, erogabili nei prossimi due anni, garantiti al 50% dal Fei stesso. 

In soldoni, questo significa che un’impresa con meno di 500 dipendenti può trattare un presitito, fino a un massimo di 7,5 milioni, sapendo che la metà delle garanzie saranno sostenute dal Fondo europeo. Questo, ovviamente, assicurerà condizioni di accessibilità migliori. Saranno finanziate le imprese con un progetto di sviluppo, ricerca e innovazione. 

“Siamo molto contenti di questo accordo”, ha commentato il presidente di Valssabbina Renato Barbieri: “Per noi è uno strumento che facilità il credito alle nostre imprese e ci fornisce un prodotto flessibile e popolare. Ovviamente”, ha chiosato, “questo accordo è stato firmato solo dopo un’analisi del nostro istituto di credito da parte del Fei”. 

“A maggio”, ha detto Paolo Gesa, Responsabile Divisione Business Valsabbina, “abbiamo erogato alle imprese 220 milioni di euro. Entro la fine dell’anno vorremmo superare i 500 milioni di euro. Lo scorso anno i finanziamenti alle imprese erano stati di 410 milioni in tutto. Questo prodotto sicuramente ci darà uno strumento in più al servizio delle attività del territorio”. 

E’ la prima volta che il Fei investe sul territorio Bresciano. “E’ un momento importante per la banca”, ha aggiunto Tonino Fornari, direttore di Valssabbina, “stiamo lavorando su territori nuovi, e avere una valutazione positiva da parte dal gruppo che ha come capofila la Banca Europea per gli investimenti è la dimostrazione della serietà e della solidità della Valsabbina”.

Comments

comments