(red.) Boom nel settore turistico per Brescia città. Soprattutto grazie all’appeal generato dall’appeal di mostre, piazze e soprattutto per merito del castello che ha assunto una nuova vita e sempre più visitato. Lo confermano da Brescia Tourism parlando di numeri in crescita dal 2013, in particolare tra autunno e primavera. Non a caso l’assessore alla Cultura Laura Castelletti ha annunciato che si sta lavorando per far diventare Brescia capitale italiana della cultura nel 2020. Brescia viaggia molto bene anche senza i grandi eventi, registrando nel 2017 i 273.499 arrivi e in aumento del 4,8% e le presenze a oltre 673 mila con un +9,39%.

Due terzi dei turisti sono italiani e in larga parte lombardi, mentre gli stranieri si distinguono con il 36,75% di arrivi e +11,74% di presenze. La fetta maggiore è quella dei tedeschi, poi francesi e anche spagnoli, inglesi e americani. Boom dei cinesi con il +34,95% in arrivi e +20,25% per le presenze. Dal punto di vista dei pernottamenti, spiccano le strutture extra alberghiere, mentre chi preferisce il classico hotel lo fa puntando sulla qualità, dalle 4 alle 5 stelle.

Comments

comments