di Sandra Perini
 Quando arrivano temperature elevate l’organismo effettua un processo di adattamento operato dal sistema interno di regolamentazione della temperatura
. Talvolta servono alcuni giorni per adattarsi, la situazione diventa più delicata per i bambini e le persone anziane, o per coloro che soffrono di patologie croniche.

Quando le temperature diventano estreme, sia per il freddo che per il caldo, l’organismo si sforza notevolmente di compensare e potrebbe insorgere alcuni sintomi collaterali come colpi di calore, svenimenti, dolori alle gambe, disturbi alla circolazione o eccessiva ipotermia. Ciò dipende dalla struttura dell’organismo e dall’età della persona.

Quando si è sottoposti ad un clima eccessivamente caldo, il nostro corpo attua automaticamente dei processi di raffreddamento, come ad esempio il sudore, per consentire il buon funzionamento di organi e apparati. Ciò diventa un po’ più faticoso quando si assiste anche ad un alto tasso di umidità esterna, che non favorisce una sudorazione efficace.

C’è una diminuzione della pressione arteriosa, e una dilatazione dei vasi sanguigni per favorire la dispersione di calore a livello della pelle. Inoltre aumentano ritmo e frequenza cardiaca.

Ecco alcuni comportamenti da attivare per favorire il recupero del benessere:

Comments

comments