(red.) In arrivo nuove risorse fresche per la bresciana Bialetti Industrie Spa di Coccaglio e per affrontare le difficoltà che sta riscontrando. L’azienda è attiva nella produzione degli articoli casalinghi, soprattutto per il caffé, dando lavoro a 1.500 addetti, insieme ai 170 che fanno riferimento alla sede principale. La novità emersa nelle ore precedenti a venerdì 12 ottobre è un documento, in attesa di diventare un contratto, che vede il fondo americano Och-Ziff Capital Investments voler investire 40 milioni di euro.

L’idea è permettere alla Bialetti di avviare un percorso per superare l’attuale situazione di tensione finanziaria e realizzare strategie e piani che prevedono una maggiore focalizzazione del business sulla promozione e vendita dei prodotti a maggiore marginalità. C’è anche un impegno per un accordo vincolante con cui Och-Ziff sottoscriverà dei prestiti obbligazionari in 35 milioni di euro per ripianare il debito con le banche.

E con questi prestiti la Bialetti può chiedere al tribunale di Brescia di accedere alla finanza interinale. Ci saranno garanzie concrete da parte della stessa società e dalla Bialetti Holding, mentre il colosso americano potrebbe entrare con 5 milioni di euro tramite un aumento di capitale e che gli consentirà di arrivare al 25% di controllo. In più, ma è ancora da verificare, nell’azienda potrebbero arrivare altri 10 milioni di euro dalla società.

Comments

comments