Immagine presa da Rd.com

di Sandra Perini
Il Raffreddore è la manifestazione di una flogosi della mucosa rino-faringea estremamente comune causata da un virus (rinovirus) che colpisce tendenzialmente le vie aeree superiori e produce sintomi ben noti come congestione nasale, starnuti, infiammazione ai linfonodi del collo, mal di gola, talvolta accompagnato da febbre. Di solito regredisce in un paio di giorni, ma per questo è importante cogliere i primi segnali e reagire prontamente con rimedi naturali efficaci così da non rischiare di incorrere in una bella influenza.
Alcune regole di comportamento sostengono la prevenzione e favoriscono la guarigione dei sintomi come coprirsi bene ed evitare gli sbalzi di temperatura, mantenere l’aria umidificata per agevolare la fluidificazione del muco e liberare il naso chiuso, evitare il fumo e lavarsi spesso le mani.

Per quanto riguarda l’alimentazione è bene mangiare cibi semplici e poco elaborati meglio favorire il brodo di carne della nonna, bere tantissimo soprattutto tisane con aggiunta di miele grezzo e alimenti ricchi di vitamina C come i Kiwi, le arance, i broccoli e cavolfiori.
Possiamo affidarci a questa meravigliosa quanto semplice tisana che si prepara sbucciando una radice di zenzero fresco tagliata in piccoli pezzetti, ne bastano 2/3 pezzetti. Si fa bollire l’acqua e lo zenzero per circa quattro minuti, si spegne la fiamma e si aggiunge succo di limone spremuto fresco, si cola il tutto e si mette un cucchiaino di miele grezzo.
Importantissimo assumere probiotici in quanto potenziano le difese immunitarie: ricordiamo che un intestino sano è la prima prevenzione per tutte le malattie!
Un ottimo rimedio naturale è fare suffumigi arricchiti con l’olio essenziale di Albero del te (Tea tree oil): va messa una sola goccia ogni 3-4 minuti per un massimo di 3 gocce consecutive, dopo aver tolto l’acqua dal fornello. Si può ripetere fino a tre volte al giorno se la congestione nasale è forte. Importantissimo che l’olio essenziale sia certificato da aziende serie sul mercato.

Durante tutto l’autunno e l’inverno la diffusione di oli essenziali di abete balsamico e limone facilita l’eliminazione dei virus aerei e sostiene le difese immunitarie.
Un altro rimedio è l’Echinacea (Echinacea angustifolia) che vanta proprietà antivirali, immunostimolanti, antibatteriche e antinfiammatorie. Si può assumere come tisana oppure in compresse o tintura madre. 

Sandra Perini, naturopata, aromaterapeuta e psicoterapeuta, lavora a Brescia. Visita il suo sito e segui le sue conferenze.
La Naturopatia è un insieme di discipline olistiche complementari che si occupano dello stato di salute della persona attraverso una valutazione energetica e funzionale. Essa attiva la forza di autoguarigione insita nella persona e la sua capacità di autoregolazione utilizzando metodiche e rimedi naturali. Opera nell’ambito della prevenzione attraverso la disintossicazione a livello fisico ed emotivo, mentale ed energetico. Non si sostituisce ad un parere medico, anzi, in molti casi, il Naturopata collabora con il medico promuovendo anche il percorso di consapevolezza della persona. 

ECCO ALTRI ARTICOLI 

Halloween, la zucca sì ma è da mangiare

Autunno, “cambio di stagione” che butta giù

Legionella, i rimedi naturali contro il batterio 

 Pressione alta, le 6 mosse per la prevenzione

Le sette mosse per combattere la canicola estiva

Gonfiore delle gambe? Menta e ippocastano

I cinque rimedi naturali contro le infiammazioni 

L’elisir di lunga vita? Bere due litri di acqua al giorno

Primavera: nove rimedi naturali contro le allergie

Stress e stanchezza? Un aiuto dal Magnesio

Vitamina D: tre motivi per tenerla sotto controllo

Omega 3: Acidi grassi necessari per l’organismo

Un Natale speciale con un mix di oli essenziali

Zenzero: le sei proprietà ‘magiche’ della radice 

Ipertensione? La lavanda ti può dare una mano

Melograno: frutto di stagione con bonus vitaminico

Smog e Pm10: tre ingredienti per difendersi

Aromaterapia contro i malanni dell’autunno

Comments

comments

1 COMMENTO

  1. La cosa più’ semplice del mondo….
    dite addio ad aranci, mandarini e mandaranci praticamente a tutta la frutta, dal momento che la natura alle nostre latitudini tranne ultimi rimasugli di caco, non ha previsto nulla tranne che qualche bacca di rosaspina.
    Piuttosto… cavolfiore, minestrone e pochi frutti oleosi. 4/5 mandorle o noci ogni tanto durante la giornata.

    Inoltre il segreto di tutti i tempi: Mangiare al caldo e dormire al freddo. (stanza da letto anche a 12/14 gradi)

    Oppure…. per la felicita’ dei camici bianchi….. GIU’ DI VACCINI (ma solo per la loro felicita’)

    La vera malattia di un medico e’ la lunga salute del suo paziente…. Meditate gente, meditate.