(red.) Si sblocca la fase di ricostruzione del ponte sull’autostrada A21 in territorio di Montirone, nel bresciano, dopo la demolizione a causa del tragico incidente e dell’incendio dello scorso gennaio in cui persero la vita sei persone. La società Autovia Padana, che gestisce l’A21, ha comunicato ai Comuni di Montirone e Poncarale, lungo la provinciale 24, che è arrivato il via libera ai cantieri. Di conseguenza, ora si potrà mettere mano, partendo dalle opere accessorie come l’impalcata da predisporre per i lavori e le vie di accesso al cantiere. In ogni caso, la notizia positiva è che sul posto possono iniziare le operazioni di ricostruzione del viadotto lungo la linea Brescia-Parma e che, interrompendosi, ha messo in ginocchio anche alcune attività commerciali della zona.

Per un investimento di 2,8 milioni di euro, dovrebbero essere necessari otto mesi per effettuare tutti i lavori. Di conseguenza, entro agosto dovrebbe ripristinarsi la situazione precedente al dramma del 2 gennaio. Anche se dalla zona sperano in un minor tempo per la conclusione, magari con doppi turni di lavoro da parte degli operai. E ci saranno delle modifiche rispetto al ponte precedente, con una larghezza maggiore e anche una pista ciclabile. Nel frattempo a questa notizia positiva ne è arrivata un’altra. Sul posto, infatti, sono state rimpiazzate le due di cinque statuette di angioletti che erano stati posti sul luogo per ricordare la famiglia francese deceduta a inizio 2018 e rubate da qualche mano ignobile. Ora sono state rimesse.

Comments

comments