di Sandra Perini
Iniziare l’anno in bellezza, fare il punto della situazione e regalarsi un piano detox per eliminare i residui delle feste prevede un po’ di concentrazione e buona volontà. Un regime disintossicante si propone di migliorare lo stato di salute generale del corpo e facilitare il dimagrimento.
Introdurre molti liquidi, tisane depurative, estratti a freddo di verdura e frutta che sono un vero toccasana per l’organismo. Ciò non significa passare da un’alimentazione disorganizzata a un programma di disintossicazione a base di succhi di frutta e verdura. Potrebbe avere effetti collaterali molto fastidiosi dovuti all’eliminazione massiccia e repentina delle tossine accumulate.
Ecco i principali comportamenti che garantiscono eliminazione delle tossine e degli accumuli nocivi che stanno pesando sugli organi emuntori e quindi dobbiamo sostenerli nella loro funzione di disintossicazione. 
È bene iniziare la giornata con mezzo bicchiere di acqua tiepida con l’aggiunta di limone e promuovere il consumo di cibi disintossicanti cioè tutti quelli ricchi di acqua, di fibre, di vitamine e sali minerali. Verdura e frutta di stagione: in questo periodo abbiamo broccoli, cavolfiori, carciofi, finocchi, spinaci, sedano rapa, radicchio, rape, barbabietola e arance per fare il pieno di vitamina C.

Un ottimo estratto detox da prendere lontano dai pasti si ottiene con barbabietola rossa, carota, sedano, limone, un pezzettino di zenzero e un cucchiaino di olio di cumino nero che permette l’assimilazione delle vitamine liposolubili (troveremo informazioni preziose di questo olio nel prossimo articolo!). L’estratto a freddo a bassa velocità è chiamato anche succo vivo in quanto mantiene inalterate le proprietà dell’alimento.

Altri alimenti disintossicanti sono il riso integrale, le lenticchie, i fagioli cannellini, i germogli e le mele. In questa fase è importante sostenere il lavoro intestinale con l’introduzione di probiotici specifici. È possibile anche ricorrere alla naturopatia per sostenere la salute del corpo: tinture madri o macerati glicerici. Il tarassaco e il cardo mariano sono elettivi per la depurazione del fegato e quindi del sangue. 

Sandra Perini, naturopata, aromaterapeuta e psicoterapeuta, lavora a Brescia. Visita il suo sito e segui le sue conferenze.
La Naturopatia è un insieme di discipline olistiche complementari che si occupano dello stato di salute della persona attraverso una valutazione energetica e funzionale. Essa attiva la forza di autoguarigione insita nella persona e la sua capacità di autoregolazione utilizzando metodiche e rimedi naturali. Opera nell’ambito della prevenzione attraverso la disintossicazione a livello fisico ed emotivo, mentale ed energetico. Non si sostituisce ad un parere medico, anzi, in molti casi, il Naturopata collabora con il medico promuovendo anche il percorso di consapevolezza della persona.

ECCO ALTRI ARTICOLI 

Lacrime di mirra come analgesico e cicatrizzante

Raffreddore, come prevenire starnuti e mal di gola 

Halloween, la zucca sì ma è da mangiare

Autunno, “cambio di stagione” che butta giù

Legionella, i rimedi naturali contro il batterio 

 Pressione alta, le 6 mosse per la prevenzione

Le sette mosse per combattere la canicola estiva

Gonfiore delle gambe? Menta e ippocastano

I cinque rimedi naturali contro le infiammazioni 

L’elisir di lunga vita? Bere due litri di acqua al giorno

Primavera: nove rimedi naturali contro le allergie

Stress e stanchezza? Un aiuto dal Magnesio

Vitamina D: tre motivi per tenerla sotto controllo

Omega 3: Acidi grassi necessari per l’organismo

Un Natale speciale con un mix di oli essenziali

Zenzero: le sei proprietà ‘magiche’ della radice 

Ipertensione? La lavanda ti può dare una mano

Melograno: frutto di stagione con bonus vitaminico

Smog e Pm10: tre ingredienti per difendersi

Aromaterapia contro i malanni dell’autunno

Comments

comments