(red.) Nella prima serata di ieri, mercoledì 9 gennaio, in provincia di Brescia si è dovuto affrontare l’ennesimo incendio ai danni di una palazzina residenziale e a causa della canna fumaria. E’ successo intorno alle 19 a Montecchio di Darfo Boario Terme, in Valcamonica, in località Barbara, dove alcuni residenti nelle vicinanze avevano notato del fumo uscire dal tetto e colpire una mansarda. Quindi, hanno avvisato gli inquilini – tre famiglie per sette persone in tutto – che sono stati evacuati e nessuno di loro ha riportato ferite o intossicazioni. Sul posto si sono mosse diverse squadre dei vigili del fuoco che hanno lavorato per ore prima di domare le fiamme e bonificare la struttura per evitare nuovi focolai.

Un intervento che si è reso difficile anche per il forte vento che soffiava e alimentava il fuoco. Gli operatori si sono anche dovuti occupare di portare all’esterno diciannove bombole di gas e che rischiavano di esplodere in caso di contatto con il rogo. Non ci sono dubbi sul fatto che l’incendio sia divampato a causa del surriscaldamento della canna fumaria che poi ha colpito il resto del tetto in legno e mandando in cenere 300 metri quadrati di copertura. I residenti hanno trascorso la notte in casa di amici e parenti, ma potrebbero tornare già nelle prossime ore, visto che gli appartamenti non hanno subito danni particolari. Di certo si è rischiata una tragedia.

Comments

comments