(red.) Una banda di ragazzi, soprattutto minorenni, che tra la fine del 2017 e il 2018 ha colpito altri coetanei su tutto il territorio di Brescia, usando la prepotenza e il bullismo per rapinare di portafogli e cellulari, ma anche alzare le mani verso i loro “avversari”. E’ un fenomeno che la Polizia di Stato bresciana si è trovata a indagare e a distanza di tempo sono arrivati i primi risultati. Nelle ore precedenti a venerdì 11 gennaio, infatti, un 17enne albanese, ma residente con la famiglia nella nostra città, è stato trasferito in una comunità dopo quanto aveva commesso in vari episodi. Il giovane, insieme al braccio destro maggiorenne, è ritenuto a capo del gruppo che ha spadroneggiato nelle zone di Brescia Due colpendo altri ragazzi.

Una di queste situazioni e che ha portato la questura ad accertare si era verificata nella tarda serata dello scorso 30 aprile al parco Nicoletto di via Lottieri dove si trovavano alcuni giovani in attesa di recarsi in una discoteca vicina. A un certo punto erano stati avvicinati dal gruppo dell’albanese il quale aveva rubato un cellulare e una cassa acustica a una delle vittime. Di fronte alla richiesta di spiegazioni di quest’ultimo, era partita l’aggressione con tanto di furto anche del portafogli e dell’orologio. A quel punto gli amici della vittima avevano chiesto l’intervento delle forze dell’ordine che hanno raccolto le varie testimonianze.

Così si è ricostruito un mosaico di episodi non nuovi, che si erano ripetuti nel corso del 2017 e 2018 e tutti denunciati alle varie stazioni di Polizia nel bresciano a causa di quel gruppo di bulli che dominava la scena. Gli uffici di via Botticelli hanno indagato e dopo mesi sono risaliti al 17enne e all’amico maggiorenne. Ancora da verificare, invece, la posizione di altri giovanissimi. Non è la prima volta che all’ombra della Loggia si sente parlare di bande di ragazzini, dopo i casi di liti, rapine e violenze condotte anche tra il centro commerciale Freccia Rossa, la stazione ferroviaria e il centro storico.

Comments

comments