(red.) Ieri mattina, giovedì 10 gennaio, tra i campi di Lograto, nel bresciano, si sono avvertite due esplosioni. Erano due proiettili da cannone e mortaio che gli artificieri stavano facendo brillare dopo il ritrovamento avvenuto poco prima. La segnalazione era arrivata intorno alle 9,30 nel momento in cui alcuni operai stavano lavorando alla pulizia di una roggia in via Godi, tra le campagne e Pievedizio. Così facendo gli addetti hanno notato subito i tre ordigni da guerra e rimasti inesplosi, con la sensazione che qualcuno li avesse abbandonati all’alba.

Subito è partita la chiamata ai carabinieri di Trenzano e Chiari, con la Polizia Locale, che hanno disposto la chiusura della strada e la messa in sicurezza dell’area dove si trovavano i proiettili. Da Milano sono poi giunti gli artificieri che hanno analizzato i tre ordigni e fatto brillare due di questi. Tutto è andato bene e non ci sono state conseguenze per i residenti. L’area è stata poi riaperta alla normale circolazione.

Comments

comments