(red.) Grave lutto per la musica bresciana con la morte di Paolo Comini, in arte Paul Mellory, stroncato da un infarto a 43 anni nella sua abitazione di Castel Mella. L’artista è stato trovato morto ieri mattina, giovedì 10 gennaio, dopo che i familiari e la sorella, non riuscendo a contattarlo, si erano preoccupati. Infatti, il 43enne impiegato e con la passione della musica non si era presentato nemmeno al lavoro. E ieri mattina sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per sfondare la porta e trovare esanime il corpo.

Aveva compiuto 43 anni lo scorso 14 dicembre e oltre a essere musicista punto di riferimento del rock, era anche produttore e regista di videoclip musicali. Suonava il basso nella sua band Seddy Mellory e collaborava anche negli Intercity per i quali aveva rispettivamente registrato un disco nuovo e pubblicato un doppio album. Importante la sua collaborazione con Paolo Fappani e Ronnie Amighetti con i quali aveva fondato lo studio di registrazione Le KlubHause vicino alla Latteria Molloy in cui era molto conosciuto.

A livello musicale la notte prima della morte stava lavorando in studio e tra gli ultimi suoi lavori c’è il videoclip “I’m Broke” dei bresciani SuperDownHome. Era anche appassionato e tifoso del Brescia Calcio. Lascia la compagna Manuela e i familiari e il suo funerale sarà celebrato domani, sabato 12 gennaio, alle 15 nella chiesa di Castel Mella. Diversi attestati di cordoglio sono arrivati da amici e musicisti che hanno collaborato con Paul.

Comments

comments