(red.) Nell’arco di una settimana gli agenti della Polizia Locale di Brescia sono stati impegnati in una serie di controlli, attraverso uomini in borghese e in divisa, oltre a mezzi delle forze dell’ordine e di copertura, per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. E nel mirino sono finiti di nuovo la zona di via Corsica e il parco Gallo. Il risultato finale è stato di tre stranieri fermati. L’ultimo in ordine di tempo è scattato giovedì 10 gennaio nei confronti di un cittadino 44enne tunisino, irregolare e con vari precedenti e diverse condanne. E’ stato arrestato mentre cercava di fuggire tra le vie Rizzo e Corsica.

Tre poliziotti in borghese, infatti, lo avevano beccato mentre cedeva una dose di 4 grammi di hashish a un cliente in cambio di 15 euro. Consumato lo scambio, gli agenti sono intervenuti e uno di loro ha bloccato il cliente, mentre gli altri due hanno inseguito il nordafricano in fuga. Dopo circa 100 metri lo hanno bloccato e recuperato varie dosi di droga che il pusher aveva lanciato a terra per disfarsene. Gli sono stati sequestrati anche i soldi – 100 euro – ritenuti provento dello spaccio. Dopo l’arresto è stato processato per direttissima ieri, venerdì 11 e dovrà allontanarsi dall’Italia nell’arco di una settimana.

Mercoledì, invece, una Volante si era mossa al parco Gallo per fermare un 18enne gambiano richiedente asilo che aveva 10 grammi di marijuana. Infine, il terzo stop era scattato lunedì 7 da parte della Polizia di Stato nei confronti di un 19enne nigeriano incensurato, ma clandestino, trovato con 50 grammi di marijuana e quindi denunciato.

Comments

comments