(red.) Un modo concreto e allegro di fare solidarietà. Sarà questa l’esperienza che bambini e ragazzi del catechismo insieme alle loro famiglie vivranno sabato 19 gennaio alle 14.30 all’Oratorio San Domenico Savio di Cogozzo, a Villa Carcina, in occasione dell’evento Passiamo dalle parole ai pasti! 
In occasione dell’annuale festa patronale di Cogozzo che festeggia i 60 anni di vita della comunità, ci sarà spazio per un pomeriggio all’insegna del divertimento e finalizzato ad una buona causa, ossia il confezionamento di pasti da inviare alle famiglie più bisognose della diocesi di Rumbek, in Sud Sudan.

L’iniziativa, promossa dalla Fondazione CESAR di Concesio che da 20 anni opera a sostegno di quest’area disagiata dell’Africa, vede la collaborazione di Rise Against Hunger, organizzazione internazionale impegnata nella lotta contro la fame, e della parrocchia di Sant’Antonio Abate di Cogozzo di Villa Carcina. 
Sabato pomeriggio una squadra di 50 persone, organizzata in tavolate e fornita del materiale necessario, si metterà in gioco seguendo semplici istruzioni di confezionamento standard per produrre buste contenenti riso, verdure essiccate, farina di soia e vitamine. L’obiettivo è confezionare in poche ore 11.000 pasti, da inviare in Sud Sudan entro i prossimi mesi.

Nel mese di dicembre scorso, Fondazione CESAR ha già inviato i primi 145.000 pasti con l’obiettivo di garantire la sicurezza alimentare di oltre 1000 famiglie sud sudanesi. Per il 2019 intende continuare la lotta alla fame grazie a quest’iniziativa di confezionamento pasti che, oltre ad essere benefica per i destinatari nell’emergenza, rappresenta un momento di condivisione forte per le persone che vi partecipano, siano esse parte di una comunità parrocchiale o dipendenti di un’azienda desiderosa di essere coinvolta in un’azione concreta di bene.

Comments

comments