Foto da Bresciaoggi

(red.) Nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 5 febbraio, una banda armata di pistole e con il volto coperto ha fatto irruzione all’interno del centro commerciale Le Torbiere di Corte Franca, nel bresciano, raggiungendo subito la gioielleria “Gioielli di Valenza” che in questo periodo è molto frequentata e rifornita in vista di San Valentino. E’ accaduto tutto intorno alle 18,30 quando il negozio era alle prese con le ultime operazioni prima di chiudere la giornata. Tre persone (probabilmente una quarta aspettava in auto all’esterno e faceva da palo) sono entrate e hanno minacciato le due impiegate del negozio, costrette a rifugiarsi dietro la cassa. Nel frattempo il gruppo ha arraffato tutta la merce esposta nelle vetrine e per un valore ancora da quantificare, ma pare di circa 50 mila euro.

E dopo quei pochi secondi di blitz, per cercare di non farsi seguire, hanno svuotato sul pavimento vari estintori che erano presenti a due passi. Alcuni clienti che si trovavano nelle vicinanze si sono rifugiati in un bar, mentre in seguito sono arrivati un addetto alla sicurezza e uno per l’antincendio, verificando però che si trattava di una rapina e non di fiamme. Quindi è scattato l’allarme al 112 facendo arrivare al centro commerciale diverse pattuglie dei carabinieri da Erbusco, Adro e Iseo con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile. Ma nel frattempo la banda era riuscita a scappare prendendo una delle molteplici direzioni che si possono seguire.

A due passi dall’autostrada A4, ma anche da altre vie strategiche, è difficile capire dove siano andati. All’interno della gioielleria, nel frattempo, i militari hanno sentito le due impiegate e anche attivato dei posti di blocco sulla zona. Si stanno analizzando le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza presenti sulla strada provinciale e in un vicino supermercato per raccogliere elementi utili. Vista la dinamica dei fatti, sicuramente si è trattata di una banda organizzata e professionale.

Comments

comments

1 COMMENTO