(red.) Lo scorso lunedì 4 febbraio i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Peschiera del Garda hanno arrestato tre componenti – tutti rumeni senza fissa dimora, di cui due 35enni e un 46enne – che si erano specializzati nel furto di bottiglie di alcolici nei supermercati. Il loro raggio d’azione era compreso tra il Veneto, la Lombardia (anche nel bresciano) e il Trentino. I militari hanno iniziato a indagare nel momento in cui avevano ricevuto segnalazioni del trio che ogni giorno lasciava l’appartamento di Peschiera con diversi scatoloni da caricare in auto e quasi ogni giorno rientravano a casa con altre borse della spesa piene di bottiglie.

E gli stessi operatori hanno anche scoperto il modus operandi. Uno di loro faceva da palo, un altro arraffava gli alcolici dagli scaffali mettendoli nel carrello e rimuovendo i dispositivi antitaccheggio per poi raggiungere un posto nascosto all’interno dei supermercati. Infine, il terzo nascondeva in un corpetto la merce appena depredata. Quindi, il trio si allontanava facendo perdere le tracce.

E uno di questi colpi è avvenuto anche a Orzinuovi, all’IperSimply, nel bresciano, portando via alcune bottiglie di Champagne. L’arresto dei tre è scattato nella loro abitazione di Peschiera dove i carabinieri hanno trovato decine di bottiglie di alcolici del valore di 4 mila euro e di cui non sapevano giustificare la provenienza. Accusati di furto e ricettazione, sono stati condannati a 1 anno e quattro mesi ciascuno di reclusione, ma poi liberati.

Comments

comments