(red.) Nel primo pomeriggio di ieri, venerdì 8 febbraio, si sono vissuti momenti di apprensione all’interno di un’abitazione che si trova in una cascina ad Alfianello, nella bassa bresciana. Subito dopo pranzo una donna di 60 anni era andata a far visita a un’amica e in quegli stessi minuti pare che la padrona di casa avesse dimenticato qualcosa all’esterno e fosse andata a recuperarla. Ma ha poi notato un senso di intontimento nell’amica 60enne e quasi priva di sensi. Quindi è stata decisiva nell’allertare i soccorsi al 112 e aprire le finestre dell’abitazione per cambiare aria.

In effetti, l’anziana era stata colpita da un’intossicazione da monossido di carbonio, forse per il cattivo funzionamento di una stufetta o dello scaldabagno presente nell’abitazione. Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Verolanuova che si sono occupati di ricostruire la dinamica e insieme ai vigili del fuoco che hanno verificato la presenza del gas pericoloso. Presente anche l’elicottero proveniente dall’ospedale Civile di Brescia e nel frattempo l’anziana si era ripresa. In ogni caso e per accertamenti è stata condotta al Città di Brescia nella camera iperbarica per farle recuperare la normale respirazione. Non è in gravi condizioni.

Comments

comments