(red.) Un giovane originario di Lovere, in provincia di Bergamo, ma da tempo residente a Darfo Boario Terme, nel bresciano, è finito nei guai dopo quanto ha commesso nei giorni precedenti a sabato 9 febbraio. Si tratta di un 21enne tifoso dell’Atalanta che in occasione del match dei quarti di finale di Coppa Italia Atalanta-Juventus ha fatto esplodere, a metà del primo tempo, una bomba carta nella curva orobica. Gli agenti della questura di Bergamo, analizzando le immagini riprese dalle telecamere interne allo stadio, hanno impiegato una settimana prima di identificare il giovane.

Anche perché il sostenitore dei neroazzurri indossava un passamontagna con tanto di teschio. Così si è arrivati a ieri mattina, venerdì 8 febbraio, quando gli agenti hanno perquisito la sua abitazione e trovando cinque bombe carta e vario materiale esplodente. Nei confronti del 21enne è partito il procedimento di daspo, cioé l’accesso a qualsiasi manifestazione sportiva, fino a cinque anni per aver introdotto la bomba carta e averla fatta esplodere.

Comments

comments