(red.) E’ iniziata nel peggiore dei modi la settimana per i pendolari che si muovono sui treni lombardi lungo l’asse Bergamo-Brescia e anche la Milano-Treviglio-Brescia-Verona. Già a partire dalle 7 di questa mattina, lunedì 11 febbraio, la compagnia regionale Trenord segnala una serie di ritardi a causa di un guasto agli impianti di competenza della Rete Ferroviaria Italiana. Il primo avviso di questo genere era arrivato alle 7,09 parlando del treno 10716 (Brescia 6,40-Milano Greco Pirelli 7,58) che viaggiava con 19 minuti di ritardo per un guasto agli impianti che regolano la circolazione dei treni.

A seguire sono giunti altri avvisi del genere, come quello delle 7,27 per il 2090 (Brescia 6,55-Milano Centrale 8) con 33 minuti di ritardo. Poi alle 7,40 quando si segnala il guasto tra Ospitaletto e Travagliato, nel bresciano. A seguire, il 4908 (Brescia 6,50-Bergamo 7,51) con 31 minuti di ritardo, il 10718 (Brescia 7,06-Milano Greco Pirelli 8,26) con 29 minuti di ritardo, il 2056 (Verona Porta Nuova 6,45-Milano Centrale 8,35) con 20 minuti di ritardo e infine il 10720 (Brescia 7,44-Sesto San Giovanni 9,14) con 16 minuti di ritardo. Una situazione complicata resa ancora più difficile dal fatto che in questi giorni iniziano alcuni lavori che hanno portato alla soppressione di una serie di corse fino all’11 aprile.

Comments

comments