(red.) È stato presentato nella sede di AIB il manifesto “Legalità e Impresa”, un documento redatto dall’Associazione Industriale Bresciana con l’obiettivo di coniugare – attraverso i valori che da sempre la caratterizzano – etica e sviluppo nella sfida dei mercati, nella sostenibilità ambientale e sociale del Territorio e nella promozione del benessere collettivo.
Insieme al manifesto è stato inoltre firmato un accordo di collaborazione tra AIB, Tribunale di Sorveglianza di Brescia, Garante dei Detenuti e Carceri di Brescia, con l’obiettivo di creare un percorso di inserimento per i detenuti attraverso un’esperienza lavorativa in azienda.
Il rapporto tra legalità e impresa rappresenta un tema ineludibile per l’Associazione, per il suo essere attore sul territorio e portatore di un sistema etico-valoriale fondante sia della società sia del fare impresa, e più in generale del Paese, anche a livello internazionale, uno degli asset su cui si gioca la credibilità di una Nazione civile nel contesto di un’economia globalizzata.
L’azione dell’Associazione è orientata e guidata dai principi sanciti nel proprio Statuto e Codice Etico, e si sviluppa nel manifesto lungo quattro direttrici principali:

 

  1. Informare, con finalità preventiva, gli imprenditori dei possibili illeciti e dei pericoli in campo economico-finanziario, attraverso un accordo con la Guardia di Finanza di Brescia che prevede quattro appuntamenti nelle zone con l’intervento del Colonnello Salvatore Russo:
  • 13 febbraio, ore 17.30 – VALLE SABBIA, Fondital Spa, via Cerreto 40, Vobarno, con la partecipazione del Presidente di AIB, Giuseppe Pasini, e della delegata alla Legalità di AIB Alberta Marniga;
  • 28 febbraio, ore 17.30 – VALLE TROMPIA E BRESCIA, Metal Work Spa, via Segni 5/7/9, Concesio;
  • 7 marzo, ore 17.30 – BASSA BRESCIANA ORIENTALE E OCCIDENTALE, V.G.V., via Isorella, 49/51, Calvisano;
  • 14 marzo, ore 17.30 – VALLE CAMONICA E FRANCIACORTA, luogo da definirsi.

Comments

comments