(red.) La situazione in via Ghislandi a Roncadelle, nel bresciano, continua a restare tesa per gli scontri e i forti attriti tra i residenti e un gruppo di nomadi che abitano in un campo abusivo proprio di fronte all’abitazione. Ma negli ultimi giorni precedenti a martedì 12 febbraio sembra che la tensione sia aumentata, come ne dà notizia il Giornale di Brescia riferita all’ennesimo caso. Sabato scorso 9 febbraio, infatti, qualche nomade avrebbe cercato di scavalcare i cancelli che portano alle abitazioni, mentre gli altri del campo abusivo avrebbero continuato con insulti e minacce all’indirizzo degli abitanti e delle loro famiglie.

Questo scontro va avanti dal 2012 nel momento in cui i vari gruppi di stranieri si sono stanziati in una zona vietata. E in effetti quando i residenti hanno sollevato la questione al Comune, questo ha emesso un’ordinanza per imporre agli indesiderati di ripristinare i luoghi, considerato che il posto che stavano occupando era in realtà destinato a un’area agricola. Tuttavia, quell’atto deve aver riacceso gli animi, tanto che sabato scorso sul posto sono dovuti intervenire anche i carabinieri e gli agenti della Polizia Locale per mantenere l’ordine. I residenti dicono di aver paura e chiedono ancora aiuto all’amministrazione. Dal municipio fanno sapere di aver inoltrato alla prefettura e alla questura una lettera per sollevare la questione esplosiva e a rischio sicurezza.

Comments

comments