(red.) Nel pomeriggio del 12 febbraio, i Carabinieri della Stazione di Pisogne hanno tratto in arresto una cittadina albanese 61enne, ritenuta responsabile di una tentata rapina impropria avvenuta presso il supermercato Italmark.
La donna, girando tra gli scaffali, aveva prelevato alcune confezioni di abbigliamento intimo e anziché riporle nel carrello della spesa le aveva occultate nella sua borsa. Il gesto furtivo, seppur repentino, non è sfuggito all’addetto antitaccheggio che ha aspettato che la signora arrivasse alle casse, l’ha fermata e le ha chiesto di poter effettuare un controllo.

L’immigrata è andata in escandescenza e, alle rimostranze mossele, ha ben pensato di prelevare un estintore che si trovava nel corridoio del centro commerciale e ha ripetutamente colpito il vigilante, che nel frattempo aveva già allertato i Carabinieri.
I militari sono riusciti a fermare la donna e, dopo aver ricostruito l’accaduto, l’hanno arrestata per tentata rapina impropria. Il Giudice del Tribunale di Brescia ha convalidalo l’arresto e ha condannato la 61enne a 10 mesi di reclusione.

Comments

comments