(red.) Sarà Philippe Leveillé il Presidente di Giuria del concorso gastronomico «UN FIORE NEL PIATTO» che si concluderà con la cena di gala in programma il 14 maggio presso l’Istituto Alberghiero Olivelli Putelli di Darfo Boario Terme.
Il concorso, che impegna gli chef nella ricerca ed invenzionedi piatti a base di fiori ed erbe spontanee, si affida dunque all’esperienza di uno chef pluristellato per la sesta edizione, proposta dall’Amministrazione comunale di Darfo ed organizzata come sempre dalla sua ideatrice Loretta Tabarini, presidente dell’Associazione PromAzioni360.

«Sono particolarmente onorato di presiedere la giuria di “UN FIORE NEL PIATTO“ – dichiara Philippe Leveillé, originario di Nantes, in Bretagna, che ha conquistato due stelle Michelin con il suo ristorante Miramonti l’Altro di Concesio. E sono molto curioso di assaggiare i piatti a base di fiori e di erbe che mi verranno proposti.Se la materia prima di un territorio è particolare, va valorizzata al meglio. Mi aspetto grandi cose daglichef partecipanti». Dopo Edoardo Raspelli e Riccardo Camanini, si accende dunque una nuova «stella» sull’edizione 2019 di “Un fiore nel piatto“.
«Portare uno chef come Leveillé ad assaggiare e giudicare i piatti del nostro concorso è motivo di orgoglio e di grande soddisfazione – sottolinea Loretta Tabarini -. Una prova tangibile del successo di una manifestazione che, anno dopo anno, ha conquistato il favore del pubblico e della critica».

Il concorso gastronomico – aperto a tutti i ristoranti delle province di Brescia e Bergamo – è abbinato alla manifestazione che valorizza la natura e il territorio della Valle Camonica, che racchiude nel suo habitat la più alta concentrazione di essenze floreali d’Europa: «DARFO BOARIO TERME IN FIORE», evento in programma il 4e 5 maggio nel suggestivo Parco delle Terme di Boario e dedicato quest’anno al tema “Il Linguaggio Segreto dei Fiori”.

Comments

comments