(red.) VICTORIA LIBERTAS PESARO-GERMANI BASKET BRESCIA 86-92 (26-17, 51-43, 68-69)

Victoria Libertas Pesaro: Blackmon 24 (1/7, 6/14), McCree 26 (4/8, 5/9), Artis 5 (1/3, 0/4), Conti ne, Bonci ne, Lyons 5 (0/4, 1/4), Tognacci ne, Ancellotti, Morgillo ne, Monaldi, Shaskov 7 (2/3, 1/1), Zanotti 3 (0/1, 1/3), Mockevicius 16 (7/12). All. Boniciolli.
Germani Basket Brescia: Hamilton 5 (1/2, 1/5), Abass 18 (6/10, 2/6), Dalcò ne, Vitali 3 (1/4 da tre), Laquintana 5 (1/1, 1/1), Cunningham 16 (3/10, 2/4) Caroli ne, Beverly 9 (3/3), Zerini 12 (4/9, 1/1) Moss 13 (3/5, 1/1), Sacchetti 11 (1/2, 2/5). All. Diana.
Arbitri: Mazzoni, Quarta e Boninsegna.
Note: Tiri da 2: Pesaro 15/38 (39%), Brescia 22/42 (52%) – Tiri da 3: Pesaro 14/35 (40%), Brescia 11/27 (41%) – Tiri liberi: Pesaro 14/16 (88%), Brescia 15/18 (83%) – Rimbalzi: Pesaro 35 (22 RD, 13 RO), Brescia 40 (28 RD, 12 RO).

Grazie a un secondo tempo giocato all’insegna della solidità difensiva, nel posticipo di ieri, domenica 3 marzo, nella ventesima giornata del campionato di serie A e dopo la pausa per la Final Eight, la Germani Basket Brescia ha espugnato la Vitrifrigo Arena di Pesaro superando la Vuelle con il punteggio di 92-86. Una vittoria importante per il cammino della Leonessa che conquista la nona vittoria in campionato e allontana la parte più calda della classifica restando agganciata alla zona playoff, a due punti dall’ottavo posto occupato dall’Aquila Trento. Nonostante un inizio stentato e uno svantaggio andato presto in doppia cifra (27-16 alla fine del primo periodo), Brescia serra le fila a partire dal secondo quarto iniziando la rimonta. Merito di Moss (13 punti alla sirena finale), Zerini (in doppia doppia con 12 punti e 10 rimbalzi) e Sacchetti (11 punti) per disinnescare McCree (26 punti) e Blackmon (24).

Chiuso il primo tempo sotto di otto lunghezze, Brescia entra in campo nella ripresa con una faccia diversa, piazzando un parziale di 26-17 che, grazie alla tripla da centrocampo di Laquintana, le garantisce il vantaggio alla fine del terzo quarto, con un Cunningham (16 punti) sugli scudi. L’importante parziale realizzato dopo l’intervallo galvanizza la Germani che punta dritto fino al traguardo finale. Merito anche di Abass che negli ultimi 10′ segna 11 dei suoi 18 punti (9 consecutivi in apertura di quarto) e indirizza la gara nelle mani degli ospiti, nonostante gli ultimi tentativi di rientrare in partita da parte del quintetto guidato da Boniciolli. Troppo stanchi gli uomini biancorossi, che come di consueto trovano poca sostanza dalla propria panchina (74 i punti del quintetto, 12 quelli dei giocatori subentrati), bene quelli bresciani con le giocate di Zerini (su uno degli 8 preziosi assist di Vitali) e di Moss a chiudere la pratica a proprio favore, pur tenendo Hamilton e Cunningham seduti in panchina.

“C’è sicuramente tanta soddisfazione per questa vittoria, che per noi è molto importante. Faccio i complimenti ai miei ragazzi per lo sforzo che hanno fatto per rimettere in carreggiata una partita che non era iniziata sotto una buona stella. Era una gara a rischio – ha commentato coach Andrea Diana al termine del match – perché venivamo da tre settimane di pausa. Abbiamo però conquistato due punti pesanti che ci permettono di staccare le zone basse della classifica e di guardare con fiducia al prossimo impegno. Pesaro è stata un avversario tosto, che ci ha messo in grandissima difficoltà quando non siamo riusciti a limitare il suo gioco in transizione.

Con il passare dei minuti abbiamo fatto quadrato intorno alla nostra difesa, limitando il loro flusso offensivo, e penso che proprio la nostra difesa abbia fatto la differenza e sia stata decisiva per conquistare la vittoria. Dobbiamo ancora lavorare per migliorare quelle situazioni di gioco nelle quali ancora soffriamo, ma la risposta del gruppo alle difficoltà è stata positiva. La squadra si è compattata dopo l’intervallo, ribaltando le sorti della partita, e sotto questo aspetto sono molto contento”. Domenica prossima 10 marzo il Brescia sarà ancora protagonista del posticipo, al PalaLeonessa, contro Trento con palla a due dalle 20,45. Per l’occasione venerdì 8 e sabato 9 le porte degli allenamenti della squadra saranno aperte ai tifosi.

Comments

comments