(red.) Il paese bresciano di Quinzano si trova di nuovo coinvolto nella battaglia per il contrasto alle esche avvelenate. Nei giorni precedenti a martedì 5 marzo, infatti, come dà notizia il Giornale di Brescia, sono spariti dalla circolazione diversi gatti, ma sono morte anche tre volpi e un cane, mentre altri due stanno lottando per la vita. Una situazione pericolosa e preoccupante segnalata dai cittadini al Comune, in prima persona al sindaco Andrea Soregaroli. Proprio lui, insieme ad altri volontari, hanno voluto effettuare un controllo del territorio scoprendo diversi pezzi di carne di volatili imbevuti di insetticida.

Di fronte a questo scenario, è stato chiesto ai residenti di portare in Comune eventuali altre esche che potrebbero trovare a terra e per farle analizzare da un laboratorio. Sull’accaduto, nel frattempo, stanno indagando i carabinieri della stazione di Quinzano con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Verolanuova. Ma, come detto, non è la prima volta che il paese affronta questa emergenza. Nel 2017, per esempio, era dovuta intervenire anche la Polizia provinciale dopo alcuni uccelli rapaci trovati morti nella zona sud a due passi dal parco Oglio Nord. Di fronte alla nuova escalation, il Comune fa sapere di voler incontrare i cacciatori e le altre parti in causa per monitorare il territorio.

Comments

comments