(red.) Dal prossimo 1 aprile, come era stato già approvato dal Consiglio comunale, quanti resteranno a Brescia per almeno una notte nelle strutture ricettive cittadine dovranno pagare l’imposta di soggiorno. Attualmente proprio gli hotel e bed and breakfast vari devono iscriversi su un sito internet particolare, in modo tale da essere riconosciuti. In base ai più recenti dati Istat e Suap sono 124 le strutture interessate, compresi gli immobili per le locazioni fino a 30 giorni. Dall’1 aprile scatterà quindi il pagamento dai turisti, con una somma che va dai 2 euro a persona per gli hotel a quattro stelle e superiori, 1,5 euro per i tre stelle e 1 euro per una o due stelle, b&b, affittacamere e le locazioni brevi.

Saranno esentati dal pagamento i minori di 16 anni, i degenti con i loro accompagnatori, disabili e studenti iscritti all’università di Brescia. Come da regolamento, dopo essersi registrati al sito, i titolari dei vari hotel dovranno riscuotere la tassa dagli ospiti e riversarla al Comune entro metà del mese successivo rispetto al momento dell’incasso. Ogni tre mesi devono anche emettere una dichiarazione sui pernottamenti tra i coinvolti dall’imposta e gli esenti.

Comments

comments