(red.) Gli agenti bresciani della Polizia Locale di Ospitaletto stanno indagando su un incidente stradale avvenuto mercoledì mattina 13 marzo in via Breda a Cellatica e in cui è rimasta ferita anche una donna incinta di 40 anni. Questa, straniera e residente a Brescia, era alla guida di una Fiat 500 in direzione di Gussago e l’altra era una Fiat Punto condotta da un 49enne. E il “giallo”, come scrive Bresciaoggi che dà notizia dell’incidente, riguarda il fatto che nello scontro potrebbe esserci la complicità di un’auto pirata.

I due conducenti dei veicoli coinvolti hanno detto ai soccorsi e alla Polizia Locale di essere stati urtati dal passaggio in sorpasso azzardato di una Bmw bianca, tra l’altro nei pressi del punto in cui la 74enne Agnese Bolpagni era stata travolta e uccisa da un’auto. Secondo alcune testimonianze di quanto avvenuto quella mattina, la Bmw bianca subito dopo l’urto sarebbe andata in testa coda e ha poi ripreso la corsa verso Brescia. Nel frattempo la donna incinta è stata condotta all’ospedale Civile dove è rimasta in osservazione e in prognosi riservata proprio per le condizioni del feto. L’altro conducente, infatti, ha riportato ferite lievi.

Chi indaga sull’accaduto sta analizzando le immagini riprese dalle telecamere sul posto per risalire alla targa del presunto veicolo pirata, anche facendo un giro tra le carrozzerie che potrebbero essersi occupate dei lavori sulla Bmw bianca dopo l’incidente. Tuttavia, potrebbero essere valutate anche altre ipotesi, come il semplice coinvolgimento delle due utilitarie e senza il passaggio della berlina.

Comments

comments