Da Facebook (Montichiari segnala)

(red.) Nella notte tra mercoledì 13 e ieri, giovedì 14 marzo, due locali pubblici di Montichiari, nel bresciano, sono finiti nel mirino di ladri e vandali. Uno di questi colpi è avvenuto al Bar Moma, accanto alla Pieve di San Pancrazio, dove una banda si è scagliata contro il giardino, i tavolini e i muri esterni con tanto di scritte ingiuriose ai danni del ministro dell’Interno Matteo Salvini. I malviventi hanno anche radunato delle tapparelle di bambù alle quali hanno dato fuoco. Ai gestori, che hanno scoperto il misfatto ieri mattina, giovedì, alla riapertura, non è rimasto altro da fare che denunciare l’episodio alle forze dell’ordine. Ma sarà complicato risalire ai responsabili, anche perché l’impianto di videosorveglianza interno non è funzionante.

Subito dopo, anche se è da capire se si tratti degli stessi autori, è finito nel mirino anche il centro sportivo della frazione Borgosotto. Era rimasto aperto mercoledì sera fino a poco prima di mezzanotte, poi sono entrati in scena alcuni balordi che si sono fatti strada all’interno dopo aver tagliato un’inferriata esterna di una finestra dell’oratorio gestito dai volontari. Più che il furto – i banditi hanno portato via “solo” un computer portatile e l’impianto di videosorveglianza – hanno commesso una vera e propria devastazione.

Sono stati presi a martellate computer, altro materiale tecnologico e un registratore di cassa che era appena stato acquistato. Gli autori hanno anche sradicato la cassaforte dal muro contenente solo documenti e che hanno sparso per terra. Anche questo episodio è stato segnalato ai carabinieri, ma sarà difficile risalire a chi l’ha commesso proprio perché è sparito l’impianto di sorveglianza. Non è la prima volta che il centro sportivo viene preso di mira dai malviventi, ma mai commessi dei danni così pesanti.

Comments

comments