(red.) I sindacati sono in lutto per la morte di Graziano Fracassi, deceduto ieri, giovedì 13 marzo, a 67 anni dopo un male incurabile. Era partito nell’impegno politico con Democrazia Proletaria, poi segretario di Rifondazione Comunista e nella Cgil. Ha avuto incarichi nella Fp dal 1999 al 2006 nella Camera del Lavoro con Dino Greco poi, come dipendente all’Inps, per quattro anni è stato presidente del comitato provinciale. Ha chiuso la sua esperienza lo scorso febbraio nella Cgil nell’ambito del rinnovo dei vertici.

“Ne ricordano l’impegno straordinario in tantissime battaglie comuni per la pace, la democrazia, la libertà e la difesa dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici e dei ceti sociali più deboli. Graziano – scrive la Cgil di Brescia – è stato un compagno, dipendente dell’Inps, dirigente sindacale della Funzione Pubblica ed è stato componente della Segreteria della Camera del Lavoro.

La prematura scomparsa di Graziano è una grande perdita per tutti noi e per tutto il movimento sindacale”. La camera ardente è stata allestita alla clinica “Richiedei” di Gussago e domani, sabato 16 marzo, sarà celebrato il funerale alle 10,30 con cerimonia civile al cimitero del Vantiniano. Fracassi lascia la moglie Luisa e il figlio Alessandro.

Comments

comments