(red.) Nella giornata di ieri, giovedì 13 marzo, in tribunale a Brescia si è svolta un’udienza con rito abbreviato nell’ambito di un processo a carico di Michelangiolo Dusi, l’uomo di 48 anni che a Ferragosto investì e uccise con la sua moto in via Lamarmora, in città, Annina Breggia di 93 anni e il figlio Mauro Rossi di 65. Al termine dell’udienza il pubblico ministero ha chiesto una condanna a 10 anni di reclusione per l’imputato. L’uomo, alla guida della sua Bmw 1200, stava correndo a 130 km orari quando travolse i due che in quel momento stavano attraversando la strada.

Anche lo stesso Dusi subì delle conseguenze fisiche, riportando una frattura al braccio sinistro. In seguito venne condotto in ospedale per essere sottoposto a un intervento chirurgico e in quell’occasione era stato trovato positivo all’alcol test. Quindi, venne arrestato per duplice omicidio stradale e posto ai domiciliari in cui attualmente si trova. Ieri il giudice Alessandra Di Fazio ha poi aggiornato il processo al prossimo 25 marzo per le repliche e la sentenza. I legali dell’imputato, però, chiedono una perizia per ricostruire esattamente la dinamica dell’impatto, puntando sul fatto che le due vittime stessero attraversando lontano dalle strisce pedonali.

Comments

comments