(red.) Nella settimana precedente a sabato 13 aprile un 23enne tunisino è finito nei guai dopo aver provocato un incidente stradale in via Balladore a Capriolo, nel bresciano. A peggiorare la sua condizione, il fatto di essere fuggito dopo uno scontro con una Volkswagen Golf. Il conducente dell’altro veicolo, che per fortuna non ha riportato conseguenze, ha denunciato l’auto pirata muovendo gli agenti della Polizia Locale che hanno indagato. Attraverso le testimonianze e le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza sulle strade, sono risaliti al modello e alla targa, una Peugeot 206 intestata a un tunisino residente a Zocco di Erbusco.

E gli stessi vigili urbani hanno scoperto che in realtà il veicolo veniva usato proprio dall’amico 23enne. 48 ore dopo l’incidente, la Peugeot è stata notata davanti a un locale di via Palazzolo e identificato anche il conducente, appunto il giovane nordafricano, che non aveva documenti e neppure la patente. E’ stato fotosegnalato scoprendo che era clandestino e quindi la sua posizione inviata alla questura di Brescia per l’espulsione prima di essere condotto al centro di rimpatrio di Trapani. A suo carico c’erano anche diverse multe per omissione di soccorso, guida senza patente e altre violazioni per un importo di 7 mila euro che probabilmente dovrà sborsare il proprietario.

Comments

comments