(red.) La vicenda dei nomadi e dei loro caravan allontanati da Roncadelle, nel bresciano, per motivi di ordine pubblico dopo i gravi problemi di convivenza lamentati dai cittadini di via Ghislandi sta continuando a far parlare di sé. Infatti, proprio dopo il provvedimento di abbandonare il paese, altre località vicine stanno riscontrando gli stessi problemi. E ieri, venerdì 12 aprile, è stato il turno di Torbole Casaglia dove, come riporta Bresciaoggi, i nomadi sono giunti di mattina e cercando di sistemarsi in un terreno periferico al centro abitato. Ma l’amministrazione comunale, avvisata dell’episodio, ha allertato gli agenti della Polizia Locale dopo che si rischiavano dei momenti di tensione.

E all’ennesimo allontanamento, da parte degli occupanti sarebbero arrivati anche degli insulti. Di quanto accaduto se ne stanno occupando anche i carabinieri della stazione locale, impegnati anche ad accertare che i nomadi non trovino altre sistemazioni abusive in paese. Esattamente come era successo anche a Castelmella, ma a questo punto c’è la sensazione di un tira e molla e dei caravan che possano muoversi in tutta la provincia per cercare una sistemazione.

Comments

comments