(red.) Nella prima serata di giovedì 11 aprile i vigili del fuoco, i sanitari e i carabinieri sono stati chiamati per un intervento a Brescia città, ma che purtroppo non ha sortito l’effetto sperato. E’ successo in un appartamento di una palazzina in via Cadorna dove una signora anziana di 80 anni stava cucinando per prepararsi la cena. Ma a un certo punto avrebbe accusato un malore, finendo a terra esanime. I primi ad accorgersi che c’era qualcosa che non andava sono stati gli altri inquilini dell’edificio che hanno sentito un forte odore di bruciato.

Hanno quindi chiamato più volte la signora e anche suonato al campanello, ma senza ottenere risposta. A quel punto hanno attivato i soccorsi al 112 e i vigili del fuoco per primi hanno forzato l’ingresso per farsi strada all’interno. Così hanno trovato il corpo della donna sul quale i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. E sui fornelli, poi spenti, c’era una pentola ormai carbonizzata dopo tutto quel tempo trascorso sulle fiamme. I militari della compagnia di Brescia hanno poi accertato che non ci fosse il coinvolgimento di altre persone, attribuendo alle cause naturali la morte della donna.

Comments

comments