(red.) Nella prima serata di sabato 13 aprile è avvenuta un’aggressione da parte di tre ragazzi nei confronti di un 16enne nel piazzale del fast food “Burger King” a Concesio, in Valtrompia, nel bresciano. Erano circa le 20 quando il minorenne era appena uscito dal locale dopo cena e stava attendendo gli amici per trascorrere una serata insieme. Invece, è stato avvicinato dal terzetto – due italiani e un tunisino, tutti dai 20 ai 30 anni – che gli ha intimato di consegnare il denaro. Ma a fronte dei pochi spiccioli, lo hanno aggredito e lasciato a terra portandogli via il cellulare e le chiavi di casa intimandogli di non denunciare nulla ai carabinieri.

Invece, il giovane ha avuto il coraggio di chiedere l’intervento dei militari facendo giungere quelli della stazione di Concesio e legati alla compagnia di Gardone Valtrompia. Le forze dell’ordine hanno raccolto la sua testimonianza e poi analizzato le immagini riprese dalle telecamere presenti nel piazzale e che hanno confermato l’aggressione e la rapina. Nell’arco di un’ora i carabinieri sono riusciti a individuare i tre che si erano nascosti nel parcheggio sotterraneo di un vicino supermercato, forse in attesa che la situazione si calmasse.

E all’ingresso della rampa all’autosilo, all’altezza di una siepe, sono stati trovati il cellulare e le chiavi, poi consegnati al 16enne che nel frattempo era stato medicato dai sanitari. Il terzetto, di cui i componenti abitano a Desenzano, Brescia e in provincia di Mantova, tutti noti alle forze di polizia per precedenti, ha incassato una denuncia a piede libero per rapina.

Comments

comments