(red.) A Darfo Boario Terme, in Valcamonica, nel bresciano, i residenti lamentano da tempo la devastazione e gli episodi di vandalismo ai danni dell’ex asilo nido comunale “La Chioccia” che è chiuso dal 31 agosto 2015. Della situazione in cui versa il vecchio istituto scolastico ne dà notizia il Giornale di Brescia parlando di porte sradicate, sanitari usati come ariete per travolgere infissi e un continuo via vai sospetto di persone. Proprio chi abita nelle vicinanze segnala come spesso si intravedano dei soggetti, a qualsiasi ora, anche della notte, che usano i cellulari per farsi luce e raggiungere quegli ambienti dimenticati.

A terra nell’ingresso si trovano vetri rotti, porte lanciate e ogni tipo di elemento che si adegua alla devastazione. Mentre è da capire se, come si percepisce, ci sia qualche senzatetto che dorma. Una situazione anche di pericolo che ha spinto a muoversi la Polizia Locale e il Comune, piazzando una serie di lucchetti intorno alla struttura e per evitare altri ingressi.

Tuttavia, solo nelle ore precedenti a lunedì 15 aprile i soggetti di turno sono riusciti a entrare lo stesso praticando un buco nella recinzione esterna e approdando con facilità all’ingresso. Gli arredi che erano presenti e a servizio dei bambini erano stati già donati agli altri asili del paese, ma l’edificio resta una terra franca e in balìa dei malintenzionati.

Comments

comments