(red.) E un episodio preoccupante e segno dei tempi che si stanno vivendo, caratterizzati dalla mancanza di educazione, quello che sarebbe avvenuto nel tardo pomeriggio di lunedì 15 aprile ai danni di un uomo di 80 anni a bordo di un autobus a Brescia, in città. Ne dà notizia il Giornale di Brescia a proposito di quanto accaduto intorno alle 18 su un mezzo della linea 9 quando, in viale Caduti del Lavoro, è salito l’anziano intento a raggiungere un vicino supermercato. L’autobus era pieno di ragazzi e a un certo punto si è imbattuto in una ragazzina di circa 15-16 anni che teneva i piedi sul sedile accanto a lei.

Quello poteva essere l’unico posto libero e quando l’anziano ha chiesto alla giovanissima di togliere i piedi per potersi sedere, sarebbe stato insultato. Quindi, avrebbe continuato a chiedere per poi sedersi colpendo le gambe della ragazzina che ha ripreso a insultare l’80enne. E’ stato in quel momento, come ha raccontato l’uomo, che una decina di altri ragazzini sul bus, nell’indifferenza generale, si sono scagliati contro di lui tra calci alle gambe, insulti e un colpo alla testa. In seguito, a una fermata, i ragazzi sono scesi facendo anche il segno della pistola all’indirizzo dell’anziana vittima. E ora l’uomo, che vive da solo, teme che gli stessi giovani possano raggiungerlo per fargli di nuovo del male.

Comments

comments