(red.) Le segnalazioni dei cittadini e le indagini condotte dalla Polizia Locale con il corpo delle Guardie ecologiche venatorie della Provincia di Brescia hanno prodotto dei risultati dopo lo sversamento della seconda metà dello scorso marzo ad Alfianello, nella bassa. I residenti, infatti, avevano fatto notare la presenza di uno strato superficiale di schiuma bianca che aveva riguardato la roggia Luzzaga. A distanza di settimane e dopo le indagini del caso, di cui scrive il Giornale di Brescia, è stato individuato il presunto responsabile.

Si tratta di un imprenditore agricolo che avrebbe sversato dei liquidi provocando la schiuma. Dal Comune fanno però sapere che, per fortuna, l’episodio di inquinamento non ha provocato morie di pesci e non si è resa necessaria nemmeno la bonifica. Tutto il materiale è stato inviato all’autorità giudiziaria che deciderà i provvedimenti da prendere nei confronti dell’allevatore.

Comments

comments