(red.) L’ex sindaco bresciano di Montichiari Elena Zanola e il vice Gianantonio Rosa sono a processo per peculato nell’ambito di un’inchiesta aperta dalla procura per una serie di pranzi, quantificati in alcune migliaia di euro, che avrebbero consumato indicandoli come spese di rappresentanza, ma senza poterlo fare.

E in alcuni casi mancherebbero anche gli scontrini a certificare quegli importi. Ma non è tutto, perché sembra che i due abbiano superato il limite di spesa previsto dalla legge, tanto che poi quei costi sarebbero risultati stanziati sulle manifestazioni culturali.

Durante i pranzi, in ogni caso, non si sarebbe parlato di temi politici o privati, ma solo istituzionali. Nel corso dell’udienza di ieri, giovedì, il giudice ha ammesso due testimoni dell’accusa che saranno sentiti il prossimo settembre alla ripresa del processo.

Comments

comments