(red.) Il programma di OpenUp si intensifica con due appuntamenti che animano la giornata di venerdì 17 maggio, giornata mondiale contro l’omofobia.

Alle ore 11 nell’aula Magna del Liceo Veronica Gambara, la giornata comincia con un incontro dedicato ai ragazzi della scuola, che presenta alcune testimonianze di migranti: “(R)Esistere: il fenomeno delle migrazioni lgbt in Italia” racconta delle tante persone che per via del proprio orientamento sessuale o della propria identità di genere si trovano costrette a scappare dal loro paese d’origine verso luoghi maggiormente tolleranti, luoghi nei quali possano vivere con maggiore libertà la loro identità e possano sentirsi accettate per ciò che sono. In un periodo storico come quello che stiamo vivendo troviamo di fondamentale importanza parlare di questi argomenti, ancora troppo spesso sottovalutati e poco conosciuti, portando anche le testimonianze di chi questo viaggio l’ha dovuto affrontare e che oggi, nel nostro territorio, ha deciso con coraggio di metterci la faccia e di condividere la sua esperienza e il suo vissuto, sia quello passato che quello presente. La questione dei migranti LGBT infatti non si limita al vissuto di discriminazione passata ma deve fare i conti purtroppo anche con la realtà italiana, che molto spesso non è in grado di affrontare questi temi con la giusta apertura e con i necessari strumenti per poter assicurare ai migranti la giusta assistenza e un’adeguata tutela nei delicati passaggi di presa di coscienza della propria identità. Riteniamo quindi fondamentale la condivisione di queste tematiche, nella speranza che questo possa portare ad avere dibattiti costruttivi e di crescita con l’intento di fare luce su una problematica che solo recentemente sembra emergere con la giusta forza e che necessita dell’impegno da parte di tutti. Gli incontri vedranno la partecipazione di alcuni rifugiati o richiedenti asilo dei progetti SPRAR (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) in veste di testimoni diretti e degli operatori dei progetti di accoglienza per la presentazione del diritto di asilo in Italia dal punto di vista normativo.

Visto il successo dello scorso anno scorso alle 20.45, lo spazio culturale Der MAST ospiterà anche quest’anno in veste diversa l’incontro/concerto “Streghe e viandanti in musiche e parole” dove il Coro Clandestino, gruppo musicale da anni presente e attivo nella nostra città, con la direzione di Emanuela Pangrazio, offrirà le sue voci a canti di pace e di impegno sociale e civile. Tra un canto e l’altro, l’attrice Luigia Calcaterra leggerà brani tratti da testi scritti da donne e uomini che testimoniano con la loro vita la volontà di lottare per il diritto di ogni essere umano alla libertà, alla dignità, alla sicurezza, a un futuro di speranza.

• ORE 11 – Aula Magna Liceo Veronica Gambara
Conferenza
STORIE MIGRANTI
Con la partecipazione di alcuni rifugiati o richiedenti asilo dei progetti SPRAR (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) in veste di testimoni diretti e degli operatori dei progetti di accoglienza per la presentazione del diritto di asilo in Italia dal punto di vista normativo. L’evento è aperto alla popolazione.
INGRESSO GRATUITO

ORE 20.45 – Der MAST
Incontro/concerto
STREGHE E VIANDANTI IN MUSICHE E PAROLE
il Coro Clandestino, gruppo musicale da anni presente e attivo nella nostra città, con la direzione di Emanuela Pangrazio, offrirà le sue voci a canti di pace e di impegno sociale e civile. Tra un canto e l’altro, l’attrice Luigia Calcaterra leggerà brani tratti da testi scritti da donne e uomini che testimoniano con la loro vita la volontà di lottare per il diritto di ogni essere umano alla libertà, alla dignità, alla sicurezza, a un futuro di speranza.
INGRESSO GRATUITO

Comments

comments