(red.) Nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 14 maggio, i residenti del quartiere Chiesanuova di Brescia, in città, si sono allarmati per la presenza di una nube gialla che si è sollevata al di sopra dell’azienda chimica Torchiani di via Cacciamali. E’ successo dopo le 18 quando sul posto, in seguito all’allerta, sono arrivati gli agenti della Polizia Locale insieme ai vigili del fuoco, l’Arpa, l’Agenzia di Tutela della Salute e anche una Volante della Questura. L’obiettivo era quello di capire cosa fosse successo nella fabbrica e se nell’ambiente fossero stati rilasciati dei gas tossici.

Dall’azienda, attraverso una nota, parlano di una rottura di un cubo di 1.000 litri di acido nitrico e con una piccola fuoriuscita di prodotto che ha formato la nube. Ma l’intervento delle squadre di sicurezza interne è stato immediato e risolutivo. Quindi, i vigili del fuoco avrebbero solo attestato il ritorno alla normalità. Ma è chiaro che gli accertamenti andranno avanti per capire anche le possibili conseguenze sull’ambiente.

Una situazione allarmante anche per i residenti, tanto che qualcuno è rimasto all’esterno dei cancelli della fabbrica per avere rassicurazioni. E sembra che il caso possa approdare in Consiglio comunale attraverso un’interpellanza diretta al sindaco Emilio Del Bono. In ogni caso non ci sono stati feriti e nemmeno intossicati, nonostante il pessimo odore di quel fumo. I tecnici hanno escluso problemi alla salute pubblica, ma la popolazione chiederà comunque alla Loggia un eventuale piano di sicurezza.

Comments

comments